Caricamento Eventi

« Tutti gli Eventi

  • Questo evento è passato.

Donne del turismo dove siete? Convegno alla BIT

10 Febbraio

Quest’anno la Borsa Italiana del Turismo, oltre ai trend che delineano il volto di un settore in continua evoluzione, dedicherà un particolare focus al gender gap che penalizza tutt’ora l’avanzamento di carriera delle donne nel turismo. La diseguaglianza di genere e la necessità di dedicare spazio alle oltre 500.000 donne che contribuiscono allo sviluppo dell’economia turistica e della cultura dell’ospitalità in Italia, saranno affrontati nel convegno Donne del turismo, dove siete finite? in programma il prossimo 10 febbraio all’interno della BIT – La Borsa Italiana del Turismo.

Vi prenderanno parte relatrici di spicco, tra le quali Riccarda Zezza, CEO di Life Based Value, Marianna Marcucci, Vice-ChairPerson Italy di ALL Ladies League (ALL) e Co Founder Invasioni Digitali e Paola Maniga, Head of Development at Bruegel, Co-Founder of The Brussels Binder, moderate da Giulia Eremita, professionista del marketing turistico digitale, nello spazio di FormazioneTurismo.

L’appuntamento è per lunedì 10 febbraio alle ore 15.30 nella Sala Green 6, durante la BIT presso Fieramilanocity – MiCo, Milano.

La partecipazione al Convegno è libera, previa registrazione alla manifestazione BIT – la Borsa Italiana del Turismo 2020.

Le donne nel settore del turismo e dell’ospitalità rappresentano più della metà degli occupati globali. Secondo World Bank, nel 2019, sono infatti il 54%, contro un tasso di partecipazione globale delle donne all’economia del 39%. In Italia, a fronte di circa un milione di occupati nel settore del turismo e dell’ospitalità, oltre 500 mila sono donne. Nonostante una forte presenza “numerica” nel settore turistico, le donne riscontrano tutt’ora grossi ostacoli alla carriera e il settore si conferma uno di quelli in cui è più difficile “sfondare” il soffitto di cristallo. Le donne, infatti, occupano soprattutto ruoli a più basso livello di competenza (low-skilled) ed è marcata la sotto rappresentanza femminile ai vertici della scala gerarchica

Solo il 10% di donne ricopre posizioni cosiddette C-Level, perlopiù negli ambiti delle Risorse Umane, e solo il 36% partecipa ai Consigli di Amministrazione (quest’ultimo dato, in crescita, rispetto all’edizione precedente che si attestava intorno al 25,5%).

Ma quali sono gli ostacoli all’avanzamento di carriera delle donne? Un report di Equality in Tourism evidenzia 5 motivi: tra essi, la mancanza di un “work-life balance”, che rende l’attività lavorativa in questo settore poco compatibile con il ruolo di “caregiver familiare”, storicamente e ancora fortemente associato alla figura femminile. Secondo il rapporto Women in the Workplace 2019 di McKinsey&Company e LeanIn.org, negli ultimi cinque anni, oltre il 60% dei lavoratori dipendenti ha vissuto un evento significativo nella propria vita personale, la nascita di un figlio o prendersi cura di un familiare affetto da un problema di salute. Il 20% delle donne, che hanno richiesto un congedo per far fronte a questo momento, hanno riscontrato che prendersi una pausa dal lavoro ha avuto un impatto negativo sulla propria carriera, effetto riscontrato soltanto dal 10% degli uomini.

Dettagli

Data:
10 Febbraio

Luogo

Fieramilanocity